Srilanka e Maldive - Abbinamento da favola

"Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina"

 
galleria fotografica by
Ivan



periodo ottobre 2003
km percorsi ---
costo 1300 circa
(con tour operator)
a cura di... Ivan Sgualdini

 

© Graphicmaps.com ©

   


Prima di partire

Sono ormai più di tre mesi che rincorriamo questo viaggio! La nostra meta, a differenza dell’anno scorso dove la Thailandia si è subito affermata come destinazione univoca, non è mai stata per niente chiara, soprattutto in vista del nostro obiettivo principale: un viaggio di almeno due settimane da fare a ottobre che non costasse un patrimonio.
Dopo vari preventivi e agenzie, la soluzione finale arriva improvvisa da un’agenzia Blu Vacanze: le offerte sono tante, ma veniamo colpiti da un last minute Sri Lanka + Maldive per 16 giorni e 14 notti, pensione completa più bevande e 2 escursioni incluse ad un prezzo stracciato di 1269 euro. Possibile? Certo, il tempo sarà brutto e magari gli hotel non molto rinomati. Per curiosità mi fermo a chiedere un preventivo e il prezzo già sale subito a 1536 euro, tra tasse, iscrizioni, tessera, e volo Cagliari – Milano Malpensa da aggiungere al pacchetto. Nonostante la continuità territoriale, a noi sardi quei 100 e passa euro in più per tutte le partenze dei viaggi da Roma e Milano non ce li toglie nessuno. In ogni caso il prezzo finale non è mica male; a guardare nel catalogo con questo prezzo non ci esce neanche la settimana alle Maldive nel resort più economico…
Richiedono immediate e urgenti informazioni in merito, da prelevare come sempre nell’immensa ragnatela e banca dati del web. La connessione ADSL in questo caso è una gran cosa: quanto tempo risparmiato nelle connessioni e nello scaricamento di centinaia di pagine! Il primo fattore da appurare sono la qualità e la posizione dei villaggi che vengono proposti: il Dickwella nello Sri Lanka e il Bandos alle Maldive. Una semplice ricerca trova subito i siti ufficiali di entrambi: www.dickwella.net e www.bandos.com. Quest’ultimo in particolare è un bel sito completo di tutto, soprattutto del guestbook dove i vari clienti scrivono in continuazione impressioni ed emozioni del loro soggiorno. Praticamente tutte positive, così come pure i commenti di altre persone con siti personali che vi sono stati e hanno inserito foto e racconti: pare davvero il paradiso! Per il Dickwella c’è molto meno materiale, ma un sito in particolare di un fotografo panoramico elimina ogni dubbio in proposito, mostrando straordinarie riprese a 360°: www.panoramic-photo.com/dickvella.htm . Magnifiche! Il catalogo che ci viene dato il giorno dopo in agenzia è altrettanto grandioso. Il tour operator è Azemar, che opera nello Sri Lanka, alle Maldive, alle Mauritius, alle Seychelles e persino in Sardegna. Le foto sono stupende, ma per decidere manca ancora un fondamentale dettaglio: il clima.
Come mai un last-minute tanto vantaggioso? Non è che il tempo è pessimo e ci tocca stare sotto la pioggia tutto il giorno? Altre ricerche portano in realtà un pò di confusione su questo punto: l’unica cosa certa è che il mese di ottobre è bassa stagione da entrambe le parti. Che non vuol dire necessariamente che sia negativo, anzi. L’anno scorso a fine ottobre a Krabi, in Thailandia, era ancora bassa stagione e abbiamo trovato un tempo meraviglioso con prezzi dimezzati e pochi turisti! La temperatura nello Sri Lanka e alle Maldive non sarà comunque di certo un problema, sempre compresa tra i 26° e i 30°, con 27° costanti per quella dell’oceano; quello che può essere spiacevole sono le piogge portate dai monsoni. Il Dickwella a questo proposito assicura che la sua particolare posizione nell’estremo sud dello Sri Lanka, tagliando in due gli effetti dei monsoni principali e smorzandone l’effetto, permette un buon soggiorno tutto l’anno. Per le Maldive si leggono le cose più disparate dalle guide e dai vari siti: pare persino che il clima sia così complesso che diversi resort propongono prezzi diversi per ogni settimana dell’anno. Le risposte dirette di Thoha Ali alle mie domande lasciate nel guestbook del Bandos sono comunque rassicuranti: c’è sole e si sta bene, qualche pioggia breve ma in generale un buon periodo. Del resto, leggo su qualche sito la stessa offerta a noi proposta, con gli stessi villaggi per 16gg e 14 notti, in vari periodi dell’anno, a prezzi comunque più cari e ad agosto, clamorosamente, di ben oltre 500 euro a persona! Dico clamorosamente perché agosto pare uno dei mesi peggiori come clima alle Maldive. Ma si sa, ad agosto gli italiani vanno in vacanza in esodo di massa e i prezzi salgono alle stelle anche nel posto peggiore del mondo. Ecco uno dei motivi principali per i quali non prenderò mai le ferie in quel periodo, visto che posso scegliere.
Insomma è tutto a posto (a parte i comuni e soliti rischi di fare una vacanza al mare) e così la decisione fatidica è finalmente presa in un paio di giorni. Torniamo all’agenzia a prenotare: si parte il 21 ottobre! Ancora qualche piccolo dubbio rimane, soprattutto in base a quelle che, secondo le nostre esigenze, doveva essere un viaggio un po’ più avventuroso come quello in Malaysia. Non ci annoieremo stando una settimana in un’isola di 4 Kmq assolutamente piatta (il punto più alto, come in tutte le isole maldiviane, non supera i 2 metri dal livello del mare!)? Le numerose gite che vengono proposte paiono eliminare momentaneamente queste perplessità, soprattutto nello Sri Lanka dove, nonostante i tour archeologici dell’interno siano indubbiamente più affascinanti, il soggiorno a mare dove stiamo e le cose da vedere sembrano tante e variegate.
Mentre aspettiamo i biglietti e la convocazione, acquistiamo subito la guida della nostra seconda meta: “Maldive” della Lonely Planet. Apparentemente un piccolo libricino, ma come al solito ricco di tantissime informazioni, comprese le foto con descrizioni analitiche dei vari pesci della barriera corallina. Qualche giorno dopo acquistiamo anche quella dello Sri Lanka, sempre della Lonely Planet (anche perché non c’è un granchè di scelta ed è ancora un paese poco studiato dal punto di vista turistico). Troviamo anche “Traveller” intitolato proprio “Sri Lanka e Maldive”, in una vecchia uscita del 2001, con splendide foto.
Mancano dieci giorni alla partenza, il tempo di leggere velocemente le guide, fare i preparativi e andare a goderci questo nuovo viaggio. Vedremo se i nostri piccoli dubbi erano fondati o se ci aspetta veramente il paradiso!!!

 

 

... PROSEGUI IL RACCONTO