Irlanda - Dove terra e mare si fondono

"Ogni viaggiatore deve entrare nello spirito del luogo che visita....."


 
la galleria fotografica
by Mara



periodo 23 - 29 novembre 2002
km percorsi 2000 circa
costo da 700 euro a testa
partecipanti Mara,Toky

 

© Largermaps.com ©

 

   


In viaggio...

Per chi come noi ama la natura, un viaggio in Irlanda è sicuramente un'esperienza indimenticabile nella quale è possibile ammirare la natura in tutte le sue manifestazioni che talvolta ci hanno lasciato senza fiato tanto era la bellezza di ciò che ci si parava davanti agli occhi. Sicuramente una settimana è poca per poter visitare l'Irlanda nella sua interezza, è per questo che noi abbiamo deciso di sacrificare la parte più "culturale" di questa meravigliosa isola per poter godere appieno delle distese verdeggianti che tanto la rendono famosa nel mondo. Non troverete quindi nessun resoconto su Dublino, Belfast e altre grandi città, ma saprete certo apprezzare come noi un paesaggio unico e indimenticabile, patria di un popolo generoso e socievole. Il nostro è stato sicuramente un viaggio "on the road" che ci ha permesso di godere il paesaggio irlandese in tutte le sue sfaccettature. In Irlanda si guida sulla sinistra e, tranne nelle vicinanze delle grandi città, il traffico è pressochè inesistente, vi ritroverete quindi a guidare su strade deserte.
Anche se brevi, talune distanze richiedono molte ore per coprirle a cause delle strade poco agevoli o che si snodano lungo le coste. Ma non siamo forse in vacanza??????
Il miglior modo per godere appieno dell'ospitalità degli irlandesi è alloggiare nei Bed & Breakfast (circa 25€ a testa in questo periodo) dove potrete trovare un'atmosfera famigliare ed accogliente.
Il nostro viaggio parte da Dublino dove abbiamo solo pernottato dopo essere arrivati e avere ritirato l'auto presa a noleggio.

 


23 novembre
Dublino - Russborough House - Kinsale
km 350

Ci svegliamo presto sotto nuvole cariche di pioggia e da Dublino imbocchiamo l'autostrada M7 (una delle poche) che ci porterà nel sud dell'isola, vicino a Cork. Certo il traffico non può essere paragonato a quello italiano, qui le macchine sono molto meno e certamente la gente è meno frettolosa. Arrivati a Naas (dopo 35km) lasciamo l'autostrada per imboccare una strada che si snoda tra distese di verde interrotte di tanto in tanto da piccoli paesini dove tutti ci salutano come fossimo gente del luogo. Dopo una breve sosta per pranzare proseguiamo il nostro viaggio per raggiungere la prima meta del nostro itinerario: Russborough House, un'antica abitazione situata sulle rive di un piccolo lago illuminato da un raggio di sole che è riuscito a bucare le nuvole. Per raggiungerlo prendiamo la R410 e la percorriamo per 20km. Purtroppo l'intero edificio è deserto e qualsiasi accesso chiuso; dopo una breve perlustrazione nei dintorni non ci resta che riprendere il nostro viaggio.
Ritorniamo a Naas e proseguiamo accompagnati dalla pioggia che ha iniziato a scendere copiosa; riuscire a trovare un'intera settimana senza pioggia in Irlanda è già difficile in estete… figuriamoci a novembre!!!!!
Il paesaggio che si estende attorno a noi è affascinante e unico tanto da non farci rimpiangere la nostra seppure amata Valtellina. Finalmente raggiungiamo Cashel (strade N7 e poi N8, in totale da Naas 130km) nelle cui vicinanze sorge l'omonima rocca che, vista da lontano ci colpisce per la sua grandezza e nello stesso tempo semplicità. Una breve visita all'esterno ci consente di scoprire che purtroppo non si può accedere all'interno perché chiusa per restauro. Non ci rimane altro da fare che tornare alla nostra macchina e riprendere il viaggio anche perché si sta facendo tardi e abbiamo ancora parecchia strada da percorre prima di raggiungere la meta che ci eravamo prefissati. Avendo così pochi giorni a disposizione ci siamo creati una piccola tabella di marcia per poter rispettare i tempi stabiliti e dividere in modo equo tutti i km che ci aspettano. Raggiungiamo Cork e, dopo una breve occhiata alla periferia della città, decidiamo di proseguire e cercare un B&B a sud della città, possibilmente sul mare. Purtroppo abbiamo scelto una zona scarsamente popolata, sembra strano ma dopo un'intera giornata dove abbiamo visto B&B ad ogni angolo, proprio nel momento propizio non ne riusciamo a trovare neanche uno che faccia al caso nostro. Disperati proseguiamo fino a quando, proprio dietro ad una curva, un cartello ci annuncia l'ingresso alla Kilcaw House; ci accoglie Christina... una gentile signora che subito si interessa del nostro viaggio e ci da alcuni consigli su cosa visitare. Rimaniamo piacevolmente stupiti dalla cordialità e dalla disponibilità riservataci. Dopo una breve cena in riva a mare ci corichiamo per prepararci alla giornata più intensa del nostro viaggio.
Per chi fosse ineterssato indichiamo i riferimenti per contattare direttamente il B&B:
Kilcaw House - Kinsale co. Cork - email: kilcawhouse@hotmail.com - internet: www.kilcawhouse.com

 

 



 

 


24 novembre
Kinsale - Ring of Kerry - Tralee

km 320

Ci svegliamo con il sorgere del sole e, dopo un'abbondante colazione, riprendiamo il nostro viaggio che ci porterà a Tralee, località sulla costa occidentale dell'isola. I km da percorrere oggi sono parecchi, non ci facciamo quindi illusioni sulla possibilità di fare soste prolungate, solo poche fermate per scattare qualche foto al sole che sorge e ai pascoli verdeggianti che ci circondano . Costeggiamo il mare per pochi Km e ci inoltriamo nell'entroterra dove tra piccoli avvallamenti e basse colline scorgiamo delle piccole insenature che sembrano uscite da una fiaba. Il cielo è ancora nuvoloso, anche se all'orizzonte si profila qualche raggio di sole che ci fa ben sperare su un miglioramento nel corso della giornata. E così è stato… proprio nel momento in cui stiamo per attraversare il Ring of Kerry su una strada che corre lungo la scogliera a picco sul mare; lo spettacolo ci lascia senza parole, è forse questo il momento in cui quest'isola ci si è rivelata in tutto il suo splendore. La strada, tra un continuo sali e scendi, si snoda tra immense praterie verdeggianti che contrastano nettamente con il blu dell'oceano che si stende sotto di noi… abbiamo raggiunto la costa dell'isola che si affaccia sull'Oceano Atlantico. Affascinati dal paesaggio decidiamo di fermarci a consumare il nostro pasto beandoci del paesaggio che ci circonda. Tutto attorno a noi è silenzioso, si sente solo il rumore delle onde di si infrangono sulle scogliere che corrono parallele alla strada per chilometri e chilometri. Riprendiamo il nostro viaggio con un po' di tristezza perché certo uno spettacolo del genere raramente si dimentica. Si è fatto tardi e purtroppo dobbiamo costatare di non riuscire a raggiungere la meta che ci eravamo prefissati. Decidiamo quindi di fermarci a Tralee per il pernottamento; anche qui troviamo un'allegra famiglia irlandese pronta ad accoglierci e ad offrirci la loro gentile ospitalità.

 

 

 




 

 

... PROSEGUI IL RACCONTO