Messico e Guatemala in tre settimane

"NEI NOSTRI SOGNI ESISTE UN ALTRO MONDO" (SUBCOMANDANTE MARCOS)

 


 
la galleria fotografica
by Stefano e Chiara


periodo dal 12 agosto al 03 settembre 2005
km percorsi ... tanti!!!
costo da 2200 euro a testa (compreso voli, assicurazione e tutto il resto)
a cura di... Stefano e Chiara (stefano.pantera@stafer.com)

 

   


VALUTA:
Messico = pesos (p) Guatemala = quetzal (Q) USA = dollaro ($) Italia = Euro ( )
10p = 0,81 10Q = 1,10 $ 1 = 7,8Q $ 1 = 11p
(tutti i prezzi che andrò ad indicare sono cadauno, tranne gli alloggi che si riferiscono a camera matrimoniale per una notte)
Il nostro “giro” fai da te è durato 3 settimane: Messico del sud, Guatemala e un po’ di mare, sia sul Pacifico sia ai caraibi.
Vorrei ringraziare tutti coloro che prima di me hanno scritto e raccontato dei loro viaggi dandomi tanti consigli utili e soluzioni per organizzare il tutto.
Non mi dilungherò troppo nei racconti, ma più che altro voglio raccontare il nostro itinerario e dare alcuni consigli utili, rispondere a qualche dubbio o perplessità che spesso si ha prima di partire.
Innanzitutto ci tengo a dire, e a ribadire, che il periodo migliore per esplorare luoghi del genere non è certamente Agosto, ma non potendo prendere 3 settimane di ferie in un altro periodo dell’anno non ci siamo fatti troppi problemi a partire il 12 Agosto. E non ce ne siamo pentiti.
Quindi …. via!!!


 

VENERDI' 12 AGOSTO 2005

Dopo aver confermato e pagato ad Aprile (!!!) i biglietti aerei, siamo partiti io e la mia morosa con Iberia da Bologna alle 7:00, scalo a Madrid (2h) e poi dritti fino a Città del Messico (11h30 ) dove siamo arrivati alle 17:30. Qui sta il primo inghippo di partire in Agosto: il volo andata e ritorno (Bologna/Mexico-city e Cancun/Bologna) ci è costato la bellezza di 1.100 a testa; bastava andarci in Luglio o Settembre e costava la metà. Inoltre occorre prenotare molti mesi prima perché i voli più economici, e il nostro lo era, si riempiono subito.
Appena arrivati a Città del Messico ha cominciato a piovigginare ma grazie a Dio non si è mai tramutata in pioggia vera e propria.
Ci siamo fatti venire a prendere in aereoporto dall’autista dell’Hotel dato che ci costava un po’ di meno del taxi e abbiamo potuto subito renderci conto della megalopoli in cui eravamo finiti.
L’ostello si chiama Hostal Moneda, a due passi dalla cattedrale e quindi dallo zocalo (la piazza di ogni città messicana); l’avevamo prenotato con internet da casa e ci è costato 170p per notte.
Dico subito che è un posto piuttosto spartano e “scassato” ma economico, spesso tutto esaurito. Noi avevamo una camera privata con bagno. Gli unici alberghi trovati pieni durante tutto il viaggio sono stati proprio gli ostelli.
Questo inoltre offriva colazione, cena e due gite a scelta con guida e mezzo di trasporto!!!
Il posto non era il massimo, ma è enorme la comodità di essere in piazza e a due passi dalla metro.
Una volta appoggiati gli zaini a terra (non ci sono armadi) siamo corsi a plaza Garibaldi a piedi, dove decine di mariachi suonano canzoni e serenate ai turisti di passaggio.


   

... PROSEGUI IL RACCONTO