San Pietroburgo - la Venezia del Nord

"LA GENTE NON FA UN VIAGGIO. E' IL VIAGGIO CHE FA LA GENTE"
John steinbeck

 
la galleria fotografica
by
Vincent


periodo dal 14 al 30 ottobre 2003
km percorsi  
costo  
a cura di... Alice, Emanuele

 

© Graphicmaps.com ©

 

 


Per quanto San Pietroburgo sia considerata una delle città più “europee” di tutta la Russia, appena sbarcati all’aeroporto Pulkovo (nella zona meridionale della città) si respira subito un’aria molto diversa da quella a cui siamo abituati, a partire innanzitutto dal clima (a fine ottobre le temperature sono già sotto zero e le nevicate sono abbastanza frequenti). San Pietroburgo è relativamente vicina all’Italia (raggiungibile in poco più di tre ore di viaggio in aereo) ma nonostante la poca distanza si ha veramente l’impressione di essere atterrati in un mondo lontano anni luce da quello in cui noi viviamo. La prima grande differenza che salta immediatamente all’occhio del turista occidentale riguarda la lingua, questo perché tutte le indicazioni, le insegne ed i cartelloni pubblicitari sono scritti in alfabeto cirillico, poco familiare per chi è abituato ai nostri caratteri latini. Vittima di quest’improvvisa tempesta di strani ed incomprensibili segni, il turista si sente inizialmente un po’ smarrito, ma in poco tempo riesce ad abituarsi e ad apprezzare questa diversità.
Abbiamo l’opportunità di visitare San Pietroburgo proprio nell’anno in cui ricorrono i trecento anni dalla fondazione (avvenuta nel 1703 ad opera di Pietro il Grande che voleva così assicurarsi uno sbocco sul mar Baltico) e per festeggiare quest’importante evento la città si è rimessa completamente a nuovo. San Pietroburgo è stata teatro di numerosi avvenimenti storici e testimone di altrettanti cambiamenti politici: capitale della Russia per diversi anni, dalla sua fondazione fino alla rivoluzione di ottobre, ha poi cambiato nome durante il periodo sovietico per diventare Leningrado. Con la fine del regime zarista la capitale è stata trasferita a Mosca ma San Pietroburgo è considerata ancora oggi la vera capitale culturale della città.

 

... PROSEGUI IL RACCONTO